Linee guida della nuova Presidenza

13.06.2020

Innovazione nella continuità. Questa in estrema sintesi la linea concettuale del Presidente Giorgio Marsiaj eletto all’unanimità nel corso dell’Assemblea plenaria dei Soci il 5 maggio scorso. Socio Consulta dal 2002, convinto del ruolo guida di Torino per il paese, e da sempre sostenitore dell’opera di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, il neo Presidente ha incontrato i giornalisti venerdì 12 giugno, presso l’Unione Industriale di Torino. L’evento - che si è svolto nella Sala Andrea Pininfarina dell’AMMA - ha visto la partecipazione attiva anche dei Past Presidents: Adriana Acutis, Maurizio Cibrario, Lodovico Passerin d’Entrèves e Luigi Garosci. Tanti, interessanti e complessi i temi della discussione.

È stato sottolineato come in questa difficile fase di emergenza sanitaria, le Aziende e gli Enti Soci della Consulta di Torino sentano una grande responsabilità sociale che anima e sostiene il mecenatismo etico di Consulta fin dalla fondazione nel 1987. Unire le forze imprenditoriali su obiettivi comuni per investire nel recupero e nella valorizzazione del patrimonio storico-artistico è stata la strada imboccata per prima da Torino, città ricca di storia e creatività, già capitale d’Italia, la città dei Santi Sociali, dell’innovazione e della manifattura.

Consulta crede nella Cultura quale leva economica ed inclusiva, motore di sviluppo, generatore di attrattività. I Soci investono nel brand Torino, con l’intento di promuovere e migliorare il contesto in cui le aziende sono radicate ed operano. “Nonostante la congiuntura economica critica - ha ribadito il Presidente Marsiaj -  Consulta rimane focalizzata nel settore culturale in cui opera da 33 anni. Le aziende mantengono l’impegno di dare corso alle attività programmate, nella convinzione che sarà indispensabile impedire che la crisi legata agli effetti della pandemia possa provocare una desertificazione delle iniziative e dei soggetti culturali, concorrendo ad aggravare gli effetti del fenomeno epidemico sulla struttura socioculturale del paese.”

Sono stati avviati i nuovi cantieri: in piazza Bodoni per il restauro del monumento ad Alfonso della Marmora, in piazza San Carlo per l’intervento sul campanile dell’omonima chiesa, presso il Palazzo dell’Arsenale per il recupero del cortile della Scuola di Applicazione dell’Esercito e nei Giardini Reali per la riqualificazione dei Giardini di Levante.

Consulta rappresenta un’eccellenza e incarna la responsabilità dell’imprenditoria nei confronti della comunità. Allargare la base dei Soci, rafforzare il ruolo innovativo dell’associazione anche attraverso scelte di digitalizzazione grazie alle potenzialità delle aziende Socie: questi i commitments della Presidenza. Nelle parole di Giorgio Marsiaj: “oggi più che mai è necessario fare sistema per fronteggiare le difficoltà e attuare strategie per il rilancio della nostra città”

SOCI