Realizzazioni

Palazzo Madama

Mostra “Arte e Industria.

L’Avventura Lenci”

La mostra ha messo in risalto la ricchezza inventiva della manifattura Lenci presentando un’ampia raccolta di ceramiche, disegni e gessi provenienti da differenti collezioni private e dalla Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino. Le opere esposte sono state ideate da un variegato gruppo di artisti durante la prima e più significativa fase della storia della ditta torinese, limitata al decennio 1927-1937, quando Lenci si impone sul mercato internazionale per l’alto livello artistico dei suoi prodotti. Dopo tale periodo, la produzione diventa ripetitiva, perdendo l’iniziale spinta innovativa e sperimentale.

La manifattura torinese, fondata nel 1919 da Elena König e dal marito Enrico Scavini, era specializzata nella creazione di pupazzi e bambole in stoffa colorata, giocattoli in legno, capi di vestiario, articoli di moda, decorazioni per l’arredamento e mobili per camere di bambini. La ditta incontra un immediato successo, confermato dalle partecipazioni alle Biennali di Arti Decorative di Monza e all’Esposizione Internazionale di Parigi nel 1925, dove ottiene importanti premi e riconoscimenti. Dal 1927, la manifattura inizia a occuparsi di ceramica; ciò comporta l’assunzione di nuovi collaboratori: a Gigi Chessa, Sandro Vacchetti e Giovanni Riva si aggiungono Mario Sturani, Giovanni e Ines Grande, Felice Tosalli, Giulio Da Milano, Massimo Quaglino, Claudia Formica, Beppe Porcheddu, Abele Jacopi, Paola Bologna, Nillo Beltrami e Teonesto Deabate. Oltre ai lavori in ceramica, la mostra ha proposto un prezioso repertorio di disegni e sculture in gesso che mettono in luce il complesso procedimento creativo che dall’idea iniziale permetteva di giungere all’esecuzione dell’oggetto finito destinato alla vendita. I disegni e i gessi rappresentavano un’interessante selezione dell’immenso archivio Lenci ora suddiviso in varie collezioni private.

colophon

Curatori
Enrica Pagella, Valerio Terraroli

Progetto allestimento 
Diego Giachello, Officina delle Idee

Progetto grafico
Elio Vigna Design

Progetto impianti elettrici
Alfonso Famà

Responsabile sicurezza
Gianfranco Vinardi 

Allestimento
Im.form; I.E.M.

Realizzazione grafica
Ideazione

Trasporti
Arterìa

Coordinamento tecnico-organizzativo
Mario Verdun e Angela Griseri, Consulta

Uffici Stampa:
Francesca Martinotti; Maria Cristina Lisbona, Consulta