Le news di Consulta

NEWSROOM

Didattica, Eventi
11/12/18

Le “Visioni Reali” di 24 studenti dello IED di Torino, che hanno elaborato le loro tesi in collaborazione con i Musei Reali e il sostegno di Consulta.

Prendete un gruppo di giovani creativi alla fine della loro formazione scolastica presso lo IED, un’istituzione culturale come i Musei Reali – quasi un piccolo mondo per l’ampiezza dell’offerta e la vastità dei luoghi – e un’associazione attenta ai progetti didattici come la Consulta di Torino: il risultato di questa collaborazione avrà in sé la freschezza dello sguardo, la bellezza dell’arte, la passione per la cultura. E di certo non lascerà indifferenti.
Sono proprio questi gli ingredienti di un inedito e interessante progetto che ha avuto per protagonisti 14 studenti del corso triennale di fotografia e 10 del corso triennale di illustrazione dello IED di Torino, impegnati a costruire le loro tesi finali, coordinati dalle insegnanti Bruna Biamino (fotografia) e Sara Maragotto (illustrazione). Ne sono usciti, sotto il titolo a chiave de “Visioni Reali”, una piccola mostra (ospitata presso i Musei Reali dal 6 dicembre al 27 gennaio) e un libro riccamente illustrato, che documentano il lavoro intelligente, e talvolta imprevedibile, svolto da questo gruppo di talenti. Il tema, proposto dalla direttrice dei Musei Enrica Pagella, è stato un “percorso attraverso gli spazi, le collezioni, le persone”, e le interpretazioni non hanno deluso le aspettative: musei e collezioni sono stati colti da occhi curiosi, divertiti, alla ricerca di particolari inaspettati o fuori dagli schemi. “Abbiamo voluto proporre agli studenti – dice la Direttrice dello IED Paola Zini – un tema non semplice, dal fascino arcaico, con il preciso intento di farli lavorare con oggetti, volti, luoghi, atmosfere del passato per raccontare una delle icone culturali del nostro territorio, certi del fatto che il futuro si costruisca anche attraverso una profonda e consapevole lettura del passato”. Una visione, per restare al titolo con cui il progetto si presenta al pubblico, che si integra con quella della Presidente della Consulta Adriana Acutis: “Ambientata in uno dei musei più importanti d’Europa, questa iniziativa mette insieme formazione, tradizione e creatività e indirizza la creatività in un contesto pratico in grado di generare professionalità qualificate per il futuro. La Consulta, impegnata dal 1987 a riportare la forza dell’eredità culturale alla base della creatività e dell’innovazione del territorio, è felice di partecipare a un progetto che rientra pienamente nelle proprie strategie.”